Perimetro di sicurezza nazionale cibernetica

Il Consiglio dei ministri ha approvato oggi un disegno di legge in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica.

Il testo introduce disposizioni volte ad assicurare un livello elevato di sicurezza dell’infrastruttura informativa della pubblica amministrazione, riconosciuta essenziale per la sicurezza dello Stato. A questo scopo, il disegno di legge prevede, tra l’altro:

  • la definizione delle finalità del perimetro e delle modalità di individuazione dei soggetti pubblici e privati che ne fanno parte;
  • l’introduzione di valutazioni di sicurezza all’interno delle procedure di procurement;
  • l’individuazione delle competenze del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’Agenzia per l’Italia Digitale;
  • l’istituzione di un sistema di vigilanza e controllo;
  • lo svolgimento delle attività di ispezione e verifica da parte delle strutture specializzate in tema di protezione di reti e sistemi.

Personalmente, auspico che l’iter legis e poi l’eventuale applicazione della norma si svolgano nel segno di una cooperazione sempre più integrata con le strutture di cybersecurity e difesa cibernetica di livello europeo.

Pubblicato su Eventual Consistency